JANUARY 15th FOCARDI AND ROSSI PRESS CONFERENCE

Energy Catalyzer first test videos – January 14th 2011 – Bologna-Italy

Energy Catalyzer Bologna University Test 1/3

Energy Catalyzer Bologna University Test 2/3

Energy Catalyzer Bologna University Test 3/3

Today, Saturday january 15th, at 10:00 AM Sergio Focardi and Andrea Rossi will be on-line for the press conference with Journal’s readers.

The press conference will start at 10 a.m. Italian Time.
To put questions, you will have to send your inquiry as a comment of this post, you will receive the answer in real time online.

Warm Regards,

The Board Of Advisers of the Journal Of Nuclear Physics

1,290 comments to JANUARY 15th FOCARDI AND ROSSI PRESS CONFERENCE

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Vergassola:
    Our E-Cats are manufactured in two factories in the USA.
    What you have seen in the videos is our Italian laboratory.
    Warm regards,
    A.R.

  • Roberto Vergassola

    dott.Rossi,

    se e’ vero che , allora non siete solo in due-tre persone a lavorare qui a Bologna!

    Per fare migliaia di test (in due anni) ci vuole una squadrona di tecnici ben organizzata. E dal filamto che avete messo su questo sito non sembrava…. o mi sbaglio?

    Sembrava che dietro alla vs. organizzazione ci fossero solo un paio di ricercatori universitari convenzionati con la ditta ECAT.

    saluti
    Roberto

  • Andrea Rossi

    Gent. Sig. Lele:
    1- noi abbiamo ormai sufficiente conoscenza della teoria relativa al funzionamento dei nostri E-Cats
    2- Il problema della sicurezza è fondamentale, è stato da noi analizzato integralmente. Nessuna radiazione viene rilasciata fuori dall’aooarato, come dimostrato in miglaia di test che abbiamo effettuato.
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Francesco Minniti,
    We are sure we will integrate our technology in the system of the existing ones.
    Warm regards,
    A.R.
    p.s. For commercial issues, please contact us in November.

  • francesco minniti

    Gentile prof. Focardi e Ing. Rossi,

    prima di tutto vorrei fare i migliori auguri per la vostra scoperta, sono un giovane avvocato italo-colombiano, e vedo la vostra scoperta come una cosa che rivoluzionara il mondo, ed aspetto anche i paesi sottosviluppati come quelli del sudamerica.

    magari se lei lo vuole potrei fare il mio contributo, per brevettare la vostra scoperta nel mio paese colombia,ed anche nel venezuela, ecuador, bolivia,

    ho paura che qualcuna delle sette sorelle,voglia fragare la vostra scoperta, vi ricordate cosa e succeso a enrico mattei.

    scuste il mio italiano,

    Grazie e i miei migliori auguri. dalla colombia

  • Massimiliano

    Buon Giorno Sig Rossi!!!

    ho letto per anni articoli sulla fusione fredda,
    l’ ho conosciuta per la prima volto ad un corso di chimica all universita di Palermo ai tempi ero al primo anno di fisica, adesso studio biologia, ma a lei la cosa non l’ interessa.
    Credo che i popoli del mondo le saranno infinitamente grati, ho fiducia che la specie umana sara in grado di rendere questo pianeta finalemente un giardino, certo i conflitti rimarrano , in un modo o in un altro , ma la vita del pianeta non sara piu in mano ad un manipolo di petrolieri
    le diventera ricchissimo forse, ma non piu potente, l’ energia di diffondere come un fiume , ed irrighare deserti , e pulira le scorie del nostro mondo al carbonio, stiamo diventanto grandi , cominciamo ad avere accesso ai processi sottili,e sconcertanti del mondo leggi della coerenza dell eletrrodinamica quantistica (vedi Preparata), leggi dove dal caos emerge l’ ordine ed esso diventa potenza della collettivita e la capacita della materia di unirsi , di fondersi insieme e non di entrare in conflitto prende forma nella vostra piccola macchina

    i popoli piu oppressi del pianeta troveranno infine gli strumenti per la liberazione, una nuova forma di stare insieme emergera anche grazie alla sua capacita di produrre un oggetto funzionante capace di sfidare i dogmi , e le nuove chiese della scienza, abitate dalla nuova inquisizione, incapace di credere ai propri occhi,
    Galileo questa volta non abiurera, perche oggi sara il popolo ad andare in tribunale , e sara lui il giudice alla corte dell inquisizione contemporanea
    buona fortuna e che la nuva umanita viva!

  • lele

    Gentile Sig. Rossi, ho letto che purtroppo non farete altre dimostrazioni :( … può però dirci se il meccanismo di funzionamento dell’e-cat è attualmente allo studio ( bologna, svezia? ) oppure visto che funziona si procederà alla costruzione della centrale da usare come totem e poi da li si procederà alla vendita dei dispositivi senza sapere perchè funzionano?

    Le porgo questa domanda perchè da possibile futuro acquirente mi son chiesto se sarei disposto a comprare una cosa del genere, dapprima mi son detto di si, ma mano a mano che si va avanti non ne son più così convinto… troppe incognite purtroppo… Lei ha parlato di radiazioni e dubito, che fino a quando non ci saranno dati precisi riguardo a queste emissioni, che l’apparato possa andare a sostituire ad esempio una caldaia casalinga… la paura sarebbe troppa nell’utente medio….

    Per questo le chiedo… a novembre… dopo aver fatto la centrale, dopo aver dimostrato che funziona, dopo aver fatto insomma tutto quelle che ritenete importante, sarete anche disponibili a far verificare le eventuali emissioni radiattive? oppure resterà tutto coperto da questa cortina fumogena che onestamente da persona normale non capisco per nulla.

    Cordiali Saluti

  • Hergen

    NyTecnik presents Mr Rossi´s new US partner: The new founded company Ampenergo.

    http://www.nyteknik.se/nyheter/energi_miljo/energi/article3179019.ece

  • Andrea Rossi

    Gent. Sig. Andrea Di Giovanni:
    Non verranno effettuati altri test pubblici.
    Inviteremo ospiti a visitare l’impianto in Grecia: mi contatti in Novembre.
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Caro Sig. Antonello Zizi:
    Mandi pure le Sue intuizioni, io sono sempre curioso.
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • Antonello

    Gent. Ing. Rossi,
    volevo chiederle innanzitutto se è conscio di aver liberato l’umanità dalla schiavitù energetica!!
    In secondo luogo vorrei sottoporle una mia teoria fisica che sposta l’interpretazione di molti fenomeni verso un’interpretazione energetica.
    L’idea potrebbe essere utile per una possibile interpretazione di quello che succede nel suo reattore, fenomeno che nell’interpretazione classica della fisica non sembra possibile.
    Se fosse interessato la pregherei di comunicarmelo.
    Saluti
    Antonello

  • andrea di giovanni

    Gentile Ing. Rossi,

    non le nascondo la grande sorpresa che ho avuto nello scoprire quanto sta accadendo!!
    lei é tecnicamente un alchimista!

    Conosco lo scetticismo che accompagna il tema del LENR ed immagino che la mancanza di copertura mediatica sia (piú o meno) pensata a tavolino.
    Ma come ben dice, di fronte a una centrale funzionante, non si potrá ignorare il fatto.

    Come avrá capito, anche io, come tanti, aspetto solo che si muova qualcosa e che diano il giusto peso e riconoscimento la vostra scoperta/invenzione.
    Mi piacerebbe sapere se ci fosse la possibilitá di assistere a qualche altra dimostrazione, o perché no?, magari se fosse possibile in un futuro visitare la centrale greca.

    Sono un giovane ingegnere elettronico e lavoro in Spagna: mi interesso anche di temi energetici, e, anche se riconosco di non essere uno specialista, mi piacerebbe vedere la cosa dal vivo.

    un saluto
    Andrea Di Giovanni

  • Andrea Rossi

    Gent. Sig. Luca Favero:
    Sono d’accordo sul fatto che noi ci integreremo con il sistema energetico mondiale.
    Per quanto riguarda i fondi che metteremo a disposizione di servizi sociali, come abbiamo già comunicato verranno destinati al finanziamento diretto per la cura dei tumori dei bambini che jnon ne hanno le possibilità economiche. Non finanzieremo Organizzazioni, ma i diretti interessati, pagando direttamente gli Istituti specializzati di cura (i migliori tra gli specializzati, ovviamente).
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • Lq63PD

    Egr prof Rossi , spero che legga queste mie considerazioni con spirito positivo, vorrei che le vedesse solo come spunto di riflessione e punto di vista di una persona che l’ammira per il genio.

    Penso che (per quanto ammirato dalla possibile scoperta) questa sarà di gran lunga meno rivoluzionaria(sarà un’energia e non L’ENERGIA) di quanto ci potremme aspettare sulla vita quotidiana e futura per i seguenti motivi:
    1)Non interesserà mai a nessuno fare dono all’umanità di qualcosa di gratuito e forse non è utile(leggi dopo)
    2)Il prof. Rossi (come chiunque al suo posto dopo anni di tentativi, alcuni andati male)è in cerca di una rivincita “morale e materiale” e questa potrà avvenire solo dopo che si sarà arricchito e sarà stato considerato per il nobel(passeranno almeno 15 anni)
    3)Qualunque impresa che collabori con Rossi cercherà di vendere o dare in comodato d’uso il prodotto ad un prezzo che massimizzando il profitto potrà al massimo arrivare al 15-20% di risparmio rispetto ai costi attuali.E’ una legge di economia.Quindi rivoluzione non sarà.
    4)Qualunque spinta iniziale di dare un contributo all’umanità sarà presto cooptata da importanti soggetti economici per portare l’interesse ad affermarsi sui nobili principi.Ci sono infiniti modi per convincere (con solide motivazioni e neppure tutte sbagliate) che le cose è meglio venderle al giusto prezzo che regalarle
    5)L’impatto di un’energia a costo 0 sarebbe per il mondo di granlunga più devastante di un’energia a costo “controllato” e possibilmente in grado di non far saltare gli equilibri con il Medio Oriente e le 7 sorelle.

    Il Prof. Rossi ha fatto bene a brevettare la sua invenzione ma se dovesse ricevere il brevetto internazionale potrebbe considerare di dare il 95% dei proventi del suo prodotto ad una Fondazione internazionale per lo sviluppo dei paesi sottosviluppati e lo studio delle malattie (vedi Gates,Buffett &co) e avrebbe così il palcoscenico più importante cui potrebbe mai aspirare nella storia oltre a un cospicuo conto in banca.

  • […] Rossi, rispondendo a varie domande sul suo sito4, ha detto di avere una teoria che spiega il funzionamento del suo apparato, e di volerla poi […]

  • Andrea Rossi

    Dear Dr Francesco Petrone:
    Thank you. I think that we will integrate with reciprocal advantages in the existing energy development.
    Warm regards,
    A.R.

  • Francesco Petrone

    ***In English:
    Dear professor Focardi and Ing. Rossi,
    from the deep of my hearth, as human being,
    as family man, as engineer (Italian abroad), CONGRATULATIONS!!
    The dream of the old Alchemists and modern scientists is now come true.
    I wish you all the success that you deserve.
    It is an honour for me to write it here on your online Journal.
    Note: dirty energy multinationals will try to sabotage, to isolate, to eliminate your miracle.
    Resist, in the name of humanity and of every child born!

    ***In Italian:
    Gentile prof. Focardi e Ing. Rossi,
    dal profondo del mio cuore, come essere umano,
    come padre di famiglia, come ingegnere (italiano all’estero…), CONGRATULAZIONI!!
    Il sogno degli antichi alchimisti e dei moderni scienziati è adesso reale.
    Vi auguro tutto il successo che meritate.
    E’ un onore per me scriverlo qui sul vostro Journal online.
    Nota: le multinazionali dell’energia sporca cercheranno di sabotare, isolare, eliminare il vostro miracolo.
    Resistete, in nome dell’umanita e di ogni bambino che nasce!

  • Andrea Rossi

    Gent. Sig. Lele:
    La prego di trovare molte risposte su ciò già date nel blog.
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • lele

    Spett.le Rossi,
    la reazione si può autosostenere dopo l’avvio? ho letto di si, ma in tutte le dimostrazioni l’alimentazione è sempre stata presente.

  • Andrea Rossi

    Gent.ma Carla Lucarelli:
    Sì, in base alle leggi vigenti.
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • Carla Lucarelli

    Ing. Rossi,
    mi scusi se scrivo in italiano. Ci saranno enti che certificheranno la sicurezza dell’impianto da un MW e dei singoli reattori prima della loro messa sul mercato?

    Grazie e i miei migliori auguri.

  • Andrea Rossi

    Dear Dr Ciro Boiano:
    I am always curious: just mail a presentation of your idea to
    info@journal-of-nuclear-physics.com
    I will be informed immediately.
    Warm regards,
    A.R.

  • ciro boiano

    Dear Mr. Ross, I heard in his radio interview,
    that is working on the generation of electricity from the E-CAT.
    I would have some idea about how to transform the energy output of E-CAT into electricity without the thermal conversion.
    So also the stability of the system would be improved
    If you are interested please contact me by email.
    Good luck and congratulations to the invention

  • Andrea Rossi

    Dear Dr Johannes Hagel,
    I thank you and your students for your enthusiastic support. I cannot give information of the work in progress, just I can say that the E-Tiger is growing up a jewel. But one thing I can do: you and your Students will be welcome to visit it.
    Warm Regards,
    A.R.

  • Dr. Johannes Hagel

    Dear Dr. Rossi, I do not remember having ever been so inpatient for an october to arrive as it is for this one! The same is true for my students reading your pages with impressive enthusiasm and not stopping to ask me questions on this really great invention. Of course there is also a lot of sceptizism arround since there have been fakes in the past as we all know. So my question: Does there exist any written material on work progress for the 1MW plant? Or images of the construction site or how the plant will look like etc…? This would help me to illustrate what I can say about this upcoming technology. With all my best wishes
    J. Hagel

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Mats Heijkenskjold:
    The smallest E-Cat gives 2.5 kWh/h. No advantage tu use less than this, so far. We are studying the way to miniaturize further.
    Warm regards,
    A.R.

  • Mats Heijkenskjold

    Dear Mr Rossi,

    If I use the E-cat 2.5 kW unit at home for heating water, (tap water) for household purposes, it will probably deliver about 50 -100 kWh per week.
    The E-cat have a potential of 2.5kW x 168hrs, equal to 420 kWh per week.
    That means you have to regulate the output.
    Are there any advantage to use a more intelligent regulation than the on – off principle?

    Another question, in this case I will only use the E-cat around 20% of the capacity, will this influence the interval of refueling in 6 months?
    Or is the interval only time dependant regardless of output level? If I shut it down completely?

    Best regards
    Mats Heijkenskjold

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Luis Vaccaro:
    Please contact us in november for this issue.
    Warm regards,
    A.R.

  • Luis Vaccaro

    I’m a Chilean physicist working in Italy, I’m following with great interest your news for several weeks. I will like to know two things:

    1) if it will be possible to assist at the first or other demonstration in Greece.
    2) I’m very close to one important economical Chilean group and from the local universities, do you think that after November it will be possible to do some technical or commercial collaboration with South America and Chile?

    Thank you very much for your answers.

    L.V.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Herald Patterson:
    We will organize an assistance network to substitute the exhaust modules. It will be fast, cheap, easy.
    Warm regards,
    A.R.

  • Herald Patterson

    Dear Mr. Rossi,

    If units will eventually be made available for the general public, how will the systems be re-fueled every six months? Will some sort of re-fueling cartridge be sold?

    Thank you for deciding to offer these systems to the general public.

    Sincerely,
    Herald

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Giorgio R.
    As I said, it is matter of regulation.
    Warm regards,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Toker:
    We produce heat, with heat you can make also electric power.
    Warm Regards,
    A.R.

  • Toker

    AR,

    Could you comment to the following as it seems there is a misconception of what your invention actually does to some.

    As ECat produces a reaction that nets additional energy than is put in but is unleashed as heat not electricity. In reading some of the media surrounding your invention I don’t think some are grasping that concept yet.

    As much as I hope there is a validated review and acceptance of your process/system. Could you comment how that heat will be captured for the commercial viability of your product for market and global roll out.

    Thank you.

  • Giorgio R.

    Dear Ing. Rossi,

    upon a verification of the reported results of the experiments of the 29th of March, and of the 19/28 April I noticed the following:

    March 29th
    P(out)= 4.69Kw (Thermal)
    P(in) = 0.33Kw (Electrical)
    COP = 15

    April 19
    P(out)= 2.95Kw (Thermal)
    P(in) = 0.35Kw (Electrical)
    COP = 8.5

    April 28
    P(out)= 2.70Kw (Thermal)
    P(in) = 0.37Kw (Electrical)
    COP = 7.3

    The only difference I did find in the experimental setup that could explain the difference is that in April there was a better measurement of the water mass flow inside the reactor.

    Could you please give me your opinion on this issue?

    Best Regards,
    Giorgio R.

  • LucaT

    Just released by newenergytimes:

    http://newenergytimes.com/v2/news/2011/37/LewanInvestigates.shtml

    Lewan Investigates and Observes Rossi Device
    Ny Teknik journalist measures historic levels of excess heat in LENR device

    by Steven B. Krivit
    May 2, 2011

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Mattias Andersson:
    It will work.
    Warm regards,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Claudio Monti:
    The variations are due to our regulations, configurations etc. For the E-Cats to be sold to the public we maintain very low output for safety reasons. The production of the modules, once regulated, is quite stabilized.
    Warm regards,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Riccardo T.:
    There has not been a big change, the 25 kWh have been made in 4 hours, whiole 5,6 and 6,9 were the hourly production average.
    Yes, we can regulate also during the operation
    Warm Regards,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Mikael Lundell:
    The industrial production will be started i november.
    Warm regards,
    A.R.

  • You are right Mr. Rossi. I am happy about your tight timeline. I just feel like a young man in love who cannot meet the woman of his heart until late autumn. What should I do about the summer?! To live in Sweden and long for late autumn when it is springtime is plainly sick! Will she love me? Will she give herself to me? I am longing for the puss… sorry, Mr. Rossi… I mean the E-cat! She is soo hot both in black rubber and in the more glittery dress I first saw her!

  • Mikael Lundell

    After the demonstration of the one megawatt unit, will you produce E-cats only upon orders? Will it be an automated production line or will the units be handmade?

  • Riccardo T.

    Dear Dott. Rossi,

    First of all I wish you all the best for this challenging adventure :)
    Just two simple questions.

    The latest Ni Teknik tests produced 5,6 e 6,9 KWh output powr respectively, while the 19 March (Kullander & Hessen) test produced 25 Kwh.
    1) This change in the ouput power is the results of the regulation you mentioned in the reaply to Mr. Brunner (Marco Fontana).
    2) The regulation of the output power can be changed (increased or decreased) during the operational mode of the e-cat?

    Thank you

    Riccardo

  • Claudio Monti

    Dear Mr. Rossi,
    at first I would like to thank you for your valuable efforts. I’m following your amazing results of these last weeks! I have also to congratulate you for your patience in answering about every kind of questions and for this very interesting blog… very interesting also for people (like myself) not so used in physic matters! I am an engineer but I work in another segment…
    Anyway I also have to ask something which concerns me just a bit. The E-CAT energy seems to be not so stable. I have seen in the web available videos and from the different interviews that the “K” factor changes from 6-7 up to 200. What is the reason of this very high distribution? Is it due to some difficulty in tuning the E-CAT (H? Ni?) or in the test procedures? It is clear that if the “K” factor is low, also the market response cannot be so positive… this is my concern. Please can you fill my doubt? Thank you very much indeed. My best regards.

  • Mattias Andersson

    Dear Mr. Rossi,

    Considering the worst-case scenario, where you’re not able to deliver the 1MW plant as scheduled, would it be a huge catastrophe for the future of your technology?

    I would think that as long as you’re confident that it works, it will be regarded as an amazing discovery nonetheless.

    Cheers,
    Mattias

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Brunner (Marco Fontana):
    No, it’s just matter of regulation. I take advantage of tests to make my own experiments, not to lose time, so I try different regulations, just for myself. This doesn’t affect, substantially, the core of the tests and their output, even if some number change.
    Warm regards,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Dear DR Goran Crafte:
    It is not matter of risk, it is matter of time: October is tomorrow!
    Please read the answer I gave today to Dr Anders: is valid for you too.
    Warm regards,
    A.R.

  • Andrea Rossi

    Dear Dr Anders ,
    The main target is to start up successfully our 1 MW unit. With Uppsala University, as well as with Bologna University, I have to learn. There is really to learn.
    Now I have to organize my time, because all these are time consuming issues, and the priority goes to the 1 MW plant I have to deliver. I cannot work more than 16 hours per day, so I have to organize. Anyway is out of discussion that I will work with Uppsala and Bologna.
    Warm regards,
    A.R.

  • Anders F

    I have followed the release of information regarding the E-cat on the Swedish Ny Teknik website. Thou initially sceptical I now am very hopeful about this technology. If Uppsala University are able to test and confirm the E-cat you are probably getting the Nobel price in physics next year!

  • Gennaro

    Wonderful piece of news Mr Rossi! When can the Uppsala University start working independently on the E-Cat?

    Let’s hope asap! October is really too far to have an independent demonstration that the E-Cat effectively works as you are saying.

    Best regards!

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>