JANUARY 15th EVENT – Prof. Levi, Dr. Bianchini and Prof. Villa reports

Prof. Giuseppe Levi, Dr. David Bianchini and Prof. Mauro Villa  (Bologna University) final reports about January 15th scientific experiment.

Download here
Download the ZIP file

180 comments to JANUARY 15th EVENT – Prof. Levi, Dr. Bianchini and Prof. Villa reports

  • Andrea Rossi

    John:
    Yes.
    Warm Regards,
    A.R.

  • John

    Dr Andrea Rossi,
    Is still valid your strategy to have a factory in the USA and one in Sweden?
    Cheers,
    John

  • […] Carat / 0 comment(s) / Business and Economics, Events, Science and Technology [Translate] Download the report from Prof. Giuseppe Levi, Dr. David Bianchini and Prof. Mauro Villa (Bologna University) about the […]

  • Andrea Rossi

    Dear Carlo Petrovich:
    The ratio of the energy input vs the energy output is 1:6.
    The amount of energy consumed to produce an E-Cat is about 100 kWh. The amount of energy that an E-Cat can produce is 10 kWh for 24 hours x 360 days x 30 years.
    Warm Regards,
    A.R.

  • Carlo Petrovich

    Dear Ing. Rossi,
    I would like to ask your most recent estimate about the ratio between the output energy of e-cat compared with its input energy.
    Did you include in the input energy also the energy required to build the e-cat,
    the fuel, etc.? Or what did you include? The evaluation (probably not easy to do), should require the whole cycle analysis.

    best regards
    Carlo Petrovich

    Bologna, Italy

  • giovanni guerrini

    correggo,prof.Stremmenos,scusi professore.

  • giovanni guerrini

    http://www.anschauenoderauch.net/watch/?v=dNcPsGDnUpQ#
    Segnalo questa intervista al Prof.Stremmeson,è bello sentire una voce autorevole dire la verità sulle questioni scientifiche e politiche.

  • giovanni guerrini

    @il notiziario scientifico
    Senza polemica,non è nè il tempo nè il luogo.Concordo sulla necessità di una etica che purtroppo è spesso scarsamente applicata.Basti pensare che una centrale a fissione da 1Gw consuma 200 ton/anno di uranio naturale,quando potrebbero essere state sviluppare centrali al torio alle quali basterebbero 1 ton/anno di questo.Ma le seconde hanno un difetto,non producono materiale utile,come invece fanno le prime,a costruire le spolette a fissione per innescare quella fusione incontrollata di cui lei giustamente si preoccupa.
    Riguardo alle reaz nuc a bassa en,c’è chi pensa,a mio avviso plausibilmente,che già siano utilizzate da tempo per proiettili nucleari(un noto fisico ha scritto un libro a tal proposito),quindi ben venga l’e cat e altri futuri similari reattori per l’utilizzo etico di questa forma di energia.L’etica purtoppo viene formulata ma scrsamente applicata,quindi nelle scelte tecnologiche a mio parere è pragmaticamente saggio utilizzare il concetto del quoziente terapeutico che vige nel campo farmacologico.Valutare quindi il rapporto benefici/danni e nel caso di questa tecnologia è estremamente positivo.L’elenco va dalla risoluzione dell’effetto serra,all’effetto domino positivo sulla economia globale,al venir meno dei motivi che causano squilibri e conflitti geopolitici e così via.
    La applicazione della fusione fredda o dirsivoglia,porta danno solo a quei pochi che vogliono mantenere quello status quo che oggi porta danno ai tanti.
    Cordiali saluti.

  • Ringrazio il Sig. Rossi
    Ma ringrazio soprattutto il sig. Manzelli che mi ha dato un imbeccata sul possibile fenomeno di innesco della reazione di fusine (io ero ancora fermo all’effetto Cohen di Fleischmann e Preparata)
    Senza voler alimentare polemiche (non era nelle mie intezioni) ricordo al signor Guerrini che il posivismo scientifico fine a se stesso è crollato con il lancio della bomba di Hiroschima e che esiste un qualcosa che si chiama etica.
    A tal proposito la famosa riflessioe di Robert Oppenheimer dopo Hiroshima :” I fisici hanno conosciuto il peccato e questa è una conoscenza che non possono dimenticare”.
    Vi ringrazio ancora e mi scuso se ho abusato del vostro spazio

  • giovanni guerrini

    @notiziario scientifico
    E anche se FOSSE ?Tutta la tecnologia può essere usata per costruire o distruggere.Se dovessimo rinunciare ad essa per le sue prerogative potenzialmente distruttive,dovremmo bandire anche le clave.

  • Andrea Rossi

    “il notiziario scientifico”:
    1- Io non sono professore.
    2- Il nostro processo non può avere applicazioni militari, le reazioni non hanno le necessarie velocità. Purtroppo ci sono ben altre e spaventosamente più efficaci tecnologie, biologiche e nucleari, che possono ormai essere utilizzate a costi relativamente bassi per scopi militari di qualsiasi genere.
    E sottolineo purtroppo, ovviamente.
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • Gentile Prof. Rossi
    Ha mai pensato che lo sviluppo teorico della sua scoperta possa condurre ad un arma di distruzione di massa a basso costo ?

  • Cari amici e colleghi ritengo che nuovi esperimenti non abbiano alcuna possiblia di essere letti sulla base di vecchie concezioni scientifiche pertanto e certo che nuovi esprimenti richiedano nuove idee. Vi propongo un tentativo di spiegazione per l’ Energy Catalizer di Focardi e Rossi, basato sul teletrasporto come conseguenza dell’ Entanglement di Protoni in : http://www.edscuola.it/archivio/lre/INFORMATION_ENERGY.pdf Paolo LRE@UNIFI.IT

  • A video of the Jan. 15 test with English subtitles is now available:

    http://www.youtube.com/watch?v=L4JUJhkpc3I

    To see the subtitles, select “cc” under the video picture.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Johan Akerstrom:
    We will continue the research in the fields you indicated, even during the manufacturing of the serial modiles.
    Thank you and wishes of Good Luck to you!
    Warm regards,
    A.R.

  • Johan Akerstrom

    Mr Rossi,

    What technical challenges do you forsee in the near future, the next 3-5 years, for the E-CAT technology? Will you open up the technology to other research institutes to allow for further innovation? For example do you think that it’s theoretically possible to build nano/micro scale reactors which could replace batteries in 20 years time?

    I also have to extend a congratulation to the discover. I hope the technology stands up against all political and academic scrutiny and that you get all the recognition and wealth that you deserve for all the hard work behind this extraordinary technology. When the political power that no doubt will follow in the trail of this technology finds you, please use it wisely. Auguri!!!

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Johan Akerstrom:
    The configurations can be fit for any utilization.
    Warm regards,
    A.R.

  • Johan Akerstrom

    “We put 10 more modules than necessary, so that while 10 modules are in maintainance the plant remains in full operation.”

    Can you optimize the operation by having for example 6 sets of 3 modules where you can have a rolling maintenance schedule every two months of three modules at a time? That way you will always have 15 modules in operation.

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Jason Le Leivre:
    In teir own turn all the modules are maintained every 6 months. We put 10 more modules than necessary, so that while 10 modules are in maintainance the plant remains in full operation.
    Warm Regards,
    A.R.

  • Jason Le Leivre

    If you were to construct the 1MW plant using the smaller E-CAT recently demonstrated, does this imply a more frequent re-fueling schedule?
    If a few hundred units are required to make up 1MW, this may mean a busy time for the operator.
    How long can the small unit run for on a single charge of fuel?
    Thanks again for your efforts. The frequent publications resulting from your work is captivating!

  • Andrea Rossi

    Gent. Sig. Fabrizio:
    Purtroppo nel Suo giardino e’ impossibile, almeno in tempi brevi, ma che nel Suo termosifone arrivi calore da un sistema di teleriscaldamento alimentato con questa tecnologia, questo sara’ possibile a partire dal prossimo Novembre, tecnicamente parlando.
    Cordiali saluti,
    A.R.

  • Fabrizio P.

    Pur da profano mi unisco ai complimenti a lei e alla sua equipe.
    Vedo che i media stanno pian piano accorgendosi di voi.
    Il vostro approccio ai fatti più che ai proclami è quanto di meglio ci possa essere per vedere questo sogno realizzato.
    Vi auguro un grande e meritatissimo successo, intanto continuo a seguire gli sviluppi.. spero di avere presto un e-cat nel mio giardino!! :)
    Fabrizio

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Jason Le Leivre:
    The water was regular water, taken directly from the tap and put in the reservoir.
    Warm regards,
    A.R.

  • J Le Leivre

    In all the experiments, is the water supply regular tap water?
    Skeptics may argue that a ‘fuel’ of sorts is dissolved in the water and burned in the E-CAT.
    Has anyone taken a drink from the water source while the experiment is in progress?

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Pietro F.
    We do not want a media coverage before the start up of our first industrial plant. Our policy is based exclusively upon facts, because in this delicate field only real facts count.
    Warm Regards,
    A.R.

  • Pietro F.

    Da cittadino italiano faccio i miei complimenti a lei e alla sua equipe.
    Mi chiedo, pero’, come mai una notizia di tale importanza non sia stata ripresa dai media. E’ prevista qualche trasmissione televisiva che parli di voi e di cio’ che avete scoperto?

    Auguri

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Nicola B.:
    A turbine works with steam at 50 bars, you can get this pressure around 550 °C.
    Warm Regards,
    A.R.

  • Nicola B.

    You said: “We can reach 550°C, maintaining substantially the same efficiency.”
    Is that a limit imposed by the reaction somehow?
    Is there any possiblity or constraint to eventually configure the reactor to reach the temperature to supply a gas turbine?

  • Andrea Rossi

    Dear Mr Davide:
    I perfectly agree with you,
    Warm regards,
    A.R.

  • Davide C.

    In riferimento a quanto scritto da Nicola il 22 marzo, il referendum al quale parteciperanno gli italiani in giugno serve a decidere se abrogare parte del decreto-legge 112 del 2008, non vieta espressamente la futura costruzione di centrali energetiche basate su qualsivoglia principio.
    Quindi il risultato del referendum non può in alcun modo pregiudicare l’eventuale futura installazione di centrali energetiche fondate sull’utilizzo del dispositivo del Dott. Rossi.

    P.S. Scusate se scrivo in italiano, ma è una questione che è prettamente legata a fatti italiani.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>